Aspromonte, il 22 aprile la nomina a Geoparco dell’Unesco

Il 22 aprile del 2021 l'UNESCO inserisce il Parco dell'Aspromonte nella sua rete globale di Geoparks, insieme alla Maiella ed altre sei aree di elevato interesse geologico.

Foto: Ente Parco Aspromonte

Il 22 aprile, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, l’Unesco nominerà 8 nuovi geoparchi in tutto il mondo, due dei quali si trovano in Italia: uno è quello della Maiella, in Abruzzo, l’altro è il Parco dell’Aspromonte, in Calabria.

Il Geoparco dell’Aspromonte

Situato in Calabria, nel sud dell’Italia, l’Aspromonte si eleva sul livello del mare fino a quasi 2.000 metri. Il Geoparco ospita oltre 273.000 persone e la sua peculiare geologia è il risultato di un’evoluzione geodinamica e sismotettonica iniziata più di 500 milioni di anni fa e tuttora in corso.

Un complesso di montagne, crinali e altipiani si alterna a profonde vallate scavate da singolari corsi d’acqua naturali chiamati fiumare, che nel tempo hanno scolpito la dura roccia del substrato cristallino-metamorfico e creato spettacolari cascate. La geomorfologia unica del Geoparco consente una splendida vista a 360 gradi dello Stretto di Messina, dell’Etna, delle Isole Eolie, dei territori greci calabresi, del territorio di Locri e della Piana di Gioia Tauro.

I nuovi geoparchi nel 2021

Il 22 aprile l’UNESCO ha inserito nella sua lista globale di Geoparchi otto nuove aree. Per sapere quali sono, leggi qui.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.